• banner

    bocche di bonifacio


    Corsica-Gallura: un parco internazionale

    LA MADDALENA Corsica e Gallura fondono i loro paradisi nel Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio. La prossima settimana il presidente dell'area protetta della Maddalena, Giuseppe Bonanno e il presidente dell'Ufficio per l'ambiente della Corsica, Pierre Ghionga firmeranno l'atto di nascita del Gect, il gruppo europeo di cooperazione territoriale, la convenzione europea che ne indica i compiti e lo statuto. Una firma storica in agenda il 7 dicembre. Lo strumento del Gect, proposto dall'Unione Europea, permetterà una più incisiva collaborazione fra Italia e Francia sui temi di tutela e valorizzazione ambientale.

    Ogni anno cento navi a rischio

    Bocche di Bonifacio, il censimento dei transiti dal 2000 a oggi. Dati preoccupanti, ma la capitaneria maddalenina esclude sversamenti da petroliere in gennaio di Serena Lullia (La Nuova Sardegna del 10.02.2011)

    Bilancio di fine anno del Presidente del Parco Giuseppe Bonanno

    Nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina Giuseppe Bonanno, Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, illustra i risultati decisamente positivi di un anno che volge ormai al termine: il 2010 rappresenta infatti una tappa fondamentale nel processo di normalizzazione dell’Ente Parco, avviato circa quattro anni fa, subito dopo il suo insediamento come commissario straordinario. Il Presidente Bonanno parla di un Parco ormai “in movimento”, prospettando per il 2011 un definitivo salto di qualità.

    Terza riunione del comitato di pilotaggio del progetto PMIBB, presentato il logo ufficiale

    È stato scelto congiuntamente dai due partner l’elaborato grafico che accompagnerà le attività svolte nell’ambito del progetto PMIBB (Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio) e che rappresenterà l’immagine del nuovo soggetto istituzionale (GECT, Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) che entro i prossimi mesi sarà ufficialmente costituito dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e dall’Office de l’Environnement de la Corse in qualità di ente gestore della Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio.

    Gara di creatività per il nuovo logo del progetto di cooperazione transfrontaliera PMIBB

    L’Ente Parco ha lanciato sul web una gara di creatività nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera PMIBB – finanziato con fondi del Programma Marittimo “Italia-Francia 2007-2013” – che prevede la creazione di un’istituzione (GECT, Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) costituita dal Parco di La Maddalena e dall’ente gestore della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio – ossia l’Office de l’Environnment de la Corse – e denominata appunto PMIBB-GECT.

    Seconda riunione del comitato di pilotaggio del progetto PMIBB-GECT

    È iniziata da pochi minuti, nella sede dell'Office de l'Environnement de la Corse a Rondinara, la seconda riunione del Comitato di pilotaggio del progetto comunitario PMIBB-GECT. Nel corso dell'incontro, che si terrà fino alla mattinata di domani e vede la partecipazione anche del Presidente e del Direttore del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, Giuseppe Bonanno e Mauro Gargiulo, saranno approvate le linee guida per la realizzazione di un logo congiunto e saranno concordate le prime azioni concrete da avviare congiuntamente dai due enti.

    Parco Internazionale, Dichiarazioni del Presidente Bonanno e del Presidente di Federparchi Sammuri

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno rassicura i sindaci dei Comuni che si affacciano sulle Bocche di Bonifacio: «Il progetto comunitario presentato dal Parco e già finanziato dall’Unione Europea, citato esplicitamente nell’intesa firmata dai due Ministri, è cosa diversa dal Parco Marino Internazionale, seppure esso ne citi il nome e rappresenti anch’esso un fatto storico: infatti per la prima volta in Italia sarà creato uno strumento comunitario (GECT, Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) che è già una realtà in molti paesi europei e che consentirà di rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra Sardegna e Corsica.

    Impegno italo-francese per la tutela delle Bocche di Bonifacio

    Comunicato stampa del Ministero dell'ambiente del 15.06.2010

    Vietare nello stretto il transito delle navi che trasportano merci pericolose. L’impegno comune di Francia e Italia per proteggere le Bocche di Bonifacio, impedendo il transito delle navi che trasportano merci pericolose ed iscrivendo l’area nel patrimonio naturalistico dell’Unesco, è stato sancito a Palau dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e dal Ministro dell’ambiente e dell’energia francese Jean-Louis Borloo.

    Iniziativa Italo-Francese a tutela delle Bocche di Bonifacio - Cartella stampa

    Il 15 giugno il progetto PMIBB-GECT e le altre iniziative legate alla tutela della biodiversità nelle Bocche di Bonifacio saranno lanciate dai ministri Prestigiacomo e Borloo nel corso di una cerimonia che avrà luogo martedì 15 giugno a largo di Palau a bordo di una nave.

    Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio, il 15 giugno sarà il giorno del rilancio

    Martedì 15 giugno, con la firma di uno specifico protocollo, come annunciato il 9 aprile scorso, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Onorevole Stefania Prestigiacomo, rilancerà ufficialmente il processo istitutivo del Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio (PMIBB), tornando a parlarne nuovamente a livello diplomatico e dopo aver già accolto con entusiasmo le proposte ed il lavoro svolto dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena sul tema, così come per parte francese ha fatto il Ministro dell’Ambiente Borloo.

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 7 visitatori collegati.