• banner

    Office de l'Environnement de la Corse


    Gara di creatività per il nuovo logo del progetto di cooperazione transfrontaliera PMIBB

    L’Ente Parco ha lanciato sul web una gara di creatività nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera PMIBB – finanziato con fondi del Programma Marittimo “Italia-Francia 2007-2013” – che prevede la creazione di un’istituzione (GECT, Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) costituita dal Parco di La Maddalena e dall’ente gestore della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio – ossia l’Office de l’Environnment de la Corse – e denominata appunto PMIBB-GECT.

    Parco Internazionale, Dichiarazioni del Presidente Bonanno e del Presidente di Federparchi Sammuri

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno rassicura i sindaci dei Comuni che si affacciano sulle Bocche di Bonifacio: «Il progetto comunitario presentato dal Parco e già finanziato dall’Unione Europea, citato esplicitamente nell’intesa firmata dai due Ministri, è cosa diversa dal Parco Marino Internazionale, seppure esso ne citi il nome e rappresenti anch’esso un fatto storico: infatti per la prima volta in Italia sarà creato uno strumento comunitario (GECT, Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) che è già una realtà in molti paesi europei e che consentirà di rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra Sardegna e Corsica.

    Impegno italo-francese per la tutela delle Bocche di Bonifacio

    Comunicato stampa del Ministero dell'ambiente del 15.06.2010

    Vietare nello stretto il transito delle navi che trasportano merci pericolose. L’impegno comune di Francia e Italia per proteggere le Bocche di Bonifacio, impedendo il transito delle navi che trasportano merci pericolose ed iscrivendo l’area nel patrimonio naturalistico dell’Unesco, è stato sancito a Palau dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e dal Ministro dell’ambiente e dell’energia francese Jean-Louis Borloo.

    Iniziativa Italo-Francese a tutela delle Bocche di Bonifacio - Cartella stampa

    Il 15 giugno il progetto PMIBB-GECT e le altre iniziative legate alla tutela della biodiversità nelle Bocche di Bonifacio saranno lanciate dai ministri Prestigiacomo e Borloo nel corso di una cerimonia che avrà luogo martedì 15 giugno a largo di Palau a bordo di una nave.

    Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio, il 15 giugno sarà il giorno del rilancio

    Martedì 15 giugno, con la firma di uno specifico protocollo, come annunciato il 9 aprile scorso, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Onorevole Stefania Prestigiacomo, rilancerà ufficialmente il processo istitutivo del Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio (PMIBB), tornando a parlarne nuovamente a livello diplomatico e dopo aver già accolto con entusiasmo le proposte ed il lavoro svolto dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena sul tema, così come per parte francese ha fatto il Ministro dell’Ambiente Borloo.

    Paradiso sulle Bocche dell’umanità

    di Serena Lullia (La Nuova Sardegna)
    LA MADDALENA. Un paradiso da certificare. Il braccio di mare tra le isole sorelle, Sardegna e Corsica, è in lista d’attesa per entrare nell’elenco dei siti dichiarati «patrimonio mondiale dell’umanità». Un riconoscimento alla straordinaria bellezza dell’ambiente marino tra la riserva delle Bocche di Bonifacio e il parco della Maddalena.

    Entusiasmo per il sostegno del Ministero al progetto di cooperazione transfrontaliera per le Bocche di Bonifacio

    L’Ente Parco esprime grande soddisfazione per l’annuncio ufficiale del Ministero dell’ambiente relativo alla firma di un protocollo con la Francia con il quale il governo italiano e quello transalpino hanno riavviato l’iter per l’istituzione del Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio, fornendo inoltre il loro importante sostegno al progetto – già finanziato con fondi comunitari del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia “Marittimo” 2007-2013 – di costituzione, tra il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena e la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, di un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT), primo nucleo operativo della futura istituzione internazionale.

    Il nuovo progetto per il Parco Marino Internazionale vince il secondo bando comunitario Marittimo 2007-2013

    È noto che, nell’ambito delle attività riconducibili alla cooperazione transfrontaliera con la Corsica, cui si è sopra accennato, l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena coopera sin dalla sua istituzione con l’Office de l’Environnement de la Corse (OEC), ossia l’agenzia corsa preposta alla gestione delle riserve naturali regionali qual è la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, ricompresa, come il Parco di La Maddalena, all’interno della più vasta area del Parco Marino Internazionale.

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.