• banner

    presidente


    Indagini sull’Ente Parco, il Presidente Bonanno esprime piena fiducia nella magistratura

    Con riferimento a quanto pubblicato quest’oggi dagli organi di informazione, il Presidente dell’Ente Parco, Giuseppe Bonanno, intende chiarire quanto segue: «Confermo la mia piena fiducia in coloro che stanno conducendo le indagini. Per quanto riguarda, in particolare, la mia posizione economica, l’ho resa nota pubblicamente: risulto probabilmente, con uno strano senso di orgoglio, il Presidente di parco più povero d’Italia, anche perché ho deciso di dedicare tutto il mio tempo all’Ente e non svolgo altre attività lavorative, diversamente da quanto fanno i legali rappresentanti di altre amministrazioni; di certo non mi sono arricchito, anzi.

    Il Presidente del Parco sul ticket per l’accesso all’area terrestre: «Biglietto per i servizi erogati dall’Ente, delibera non in vigore da subito»

    Con riferimento alle notizie relative alla deliberazione sui diritti d’ingresso, che introduce la possibilità per l’Ente Parco di riscuotere un ticket per l’accesso dei non residenti, esentando in ogni caso numerose categorie di utenti, il Presidente dell’Ente Parco comunica che la verifica del possesso del titolo sarà richiesta esclusivamente al momento dell’erogazione dei servizi indicati nell’allegato alla stessa deliberazione – ossia partecipazione ad eventi di educazione ambientale e alimentare organizzati dall’Ente Parco, accesso a mostre temporanee o permanenti e altre manifestazioni, come quelle già realizzate dall’Ente negli anni passati nel territorio dell’area protetta – e quale contributo per il mantenimento e l’implementazione della rete sentieristica e delle aree picnic, aprendo così alla possibilità futura di affidare il servizio di riscossione a cooperative che potranno gestire le visite guidate.

    Mortorio, Soffi e Nibani: la replica del Presidente Bonanno

    In merito alle dichiarazioni relative ad un fantomatico baratto sulle isole di Mortorio, Soffi e Nibani apparse sugli organi di informazione, la replica del Presidente

    Giuseppe Bonanno confermato Presidente del Parco: firmato il Decreto di nomina

    Il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Corrado Clini, ha confermato Giuseppe Bonanno alla guida del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena: la firma apposta sul Decreto di nomina è stata ufficializzata ieri dal Ministro nel corso di una conferenza stampa. Bonanno, maddalenino di 37 anni laureato in Scienze forestali e ambientali con un Dottorato di ricerca in Economia e pianificazione ambientale ed una solida esperienza nell’ambito di piani di gestione e aree protette, aveva già ricoperto l’incarico di Commissario straordinario prima e di Presidente del Parco poi, per un primo mandato, in modo continuativo dal dicembre 2006 fino allo scorso 15 di luglio, data di decadenza naturale dall’incarico. La conferma da parte del Ministero dell’ambiente premia il progetto di gestione dell’area protetta portato avanti da Bonanno nel corso del precedente incarico: un significativo riconoscimento per il lavoro svolto dal giovane Presidente ma soprattutto la necessità di una garantire una continuità nelle strategie di gestione delle politiche ambientali impostate dall’Ente Parco.

    Precisazioni del Presidente Bonanno sulle polemiche del Consigliere Zanchetta

    Con riferimento a quanto pubblicato dagli organi di informazione, il Presidente dell’Ente Parco Giuseppe Bonanno precisa quanto segue: «Zanchetta dovrebbe essere lieto e non preoccupato, visto che proprio per evitare che il territorio fosse investito di previsioni e limitazioni non consone alle esigenze dell’ambiente e della comunità allo stesso tempo, il Consiglio direttivo del Parco si è interrogato sull’argomento e ha elaborato apposite direttive affinché la nuova proposta di Piano sia realmente coerente con gli indirizzi e le necessità del territorio, anche con l’ausilio della Commissione tecnica per il Piano: quest’ultima è stata istituita tra il 2008 e il 2010 proprio per garantire un valido supporto tecnico-amministrativo al Consiglio e i procedimenti di nomina sono sempre stati pubblici.

    Interrogazione parlamentare sul Parco Nazionale di La Maddalena

    Il Presidente del Parco di La Maddalena, Giuseppe Bonanno, ha inviato nella giornata del 14 maggio, un dossier di dettaglio in risposta all’interrogazione parlamentare present

    Da La Maddalena proposte concrete a sostegno delle aree marine protette

    Da Giuseppe Bonanno, Presidente del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, arrivano proposte a sostegno della nautica nelle aree marine protette, presentate anche ai colleghi e alle associazioni ambientaliste di settore.

    Senza stipendio i presidenti di parco. Bonanno: ma io resto alla Maddalena

    LA MADDALENA. Il Parco nazionale dell’arcipelago ha un volontario illustre. Il suo presidente. Dal mese di agosto Giuseppe Bonanno non riceve lo stipendio. Per il decreto taglia-enti i parchi nazionali e il circolo per la tutela della porchetta hanno lo stesso valore. I loro presidenti non hanno diritto a un euro. Una interpretazione molto restrittiva delle norma trasforma un ruolo di potere e responsabilità in una occupazione per generosi, per uomini di buona volontà. Bonanno da quattro mesi non ha più diritto ai 1500 euro di stipendio. Paga di tasca i viaggi che lo portano in Italia o all’estero per mettere a punto accordi, progetti e finanziamenti. Vive grazie a qualche consulenza. di Serena Lullia (La Nuova Sardegna del 18.11.2011)

    Bonanno alla lista “Presente per il futuro”: rispetto la mozione del Consiglio, non gli attacchi del Sindaco

    Il Presidente Bonanno intende fare chiarezza riguardo alle accuse che gli vengono rivolte dai consiglieri comunali della lista “Presente per il futuro”, che distorcendo fatti e dichiarazioni messe nero su bianco tentano invano di dare una lettura degli stessi completamente diversa dalla realtà: è appena il caso di ribadire che è stato il Sindaco ad aver portato per primo la questione su un piano personale, attaccando il Presidente e il Consiglio direttivo dell’Ente Parco definendo l’azione di quest’ultimo, il 21 settembre scorso sulle pagine de “L’Unione Sarda”, “dannosa”.

    Operativo il CTA: siglati i documenti definitivi dell’intesa tra Ente Parco e CFVA

    Sono stati siglati in data odierna presso la sede dell’Ente Parco – alla presenza del Presidente Giuseppe Bonanno, del Direttore Mauro Gargiulo, dell’intero staff della Direzione generale di Cagliari del CFVA e del Capo dell’Ispettorato di Tempio Giancarlo Muntoni – i documenti che sanciscono l’istituzione del CTA (Coordinamento territoriale per l’ambiente), vero e proprio strumento di controllo e repressione degli illeciti ambientali: dopo la bozza d’intesa tra Ente Parco e CFVA sottoscritta a gennaio, con la firma del Regolamento e del Programma annuale del CTA si pone la parola fine alla lunga vicenda della costituzione di tale organismo, iniziata nel 2007, e si dà avvio al suo funzionamento. 

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 6 visitatori collegati.