• banner

    Rete regionale conservazione mammiferi e tartarughe marine


    Liberati nelle acque del Parco due giovani esemplari di Caretta caretta

    L’Ente Parco ha liberato nella mattinata di oggi, in accordo con il Centro di recupero del Sinis e la Clinica veterinaria “Duemari” di Oristano, due delle tartarughe marine recuperate all’interno dell’area protetta nell’ambito della “Rete regionale per la conservazione della fauna marina”, struttura della quale fanno parte i due parchi nazionali e tutte le altre aree marine protette della Sardegna e finanziata dall’Assessorato regionale alla difesa dell’ambiente: il primo dei due giovani esemplari di Caretta caretta, ribattezzato “Garibaldina”, era stato avvistato in difficoltà il 30 maggio 2011 presso il ponte di Caprera e presentava una frattura all’arto anteriore destro, mentre il secondo è la piccola tartaruga con problemi di galleggiamento tratta in salvo il 28 novembre 2011 presso gli Isolotti Stramanari e chiamata “Mariolina”.

    Progetto GIONHA: il Parco a Livorno per il convegno di chiusura

    Battute finali per il progetto GIONHA (Governance and Integrated Observation of marine Natural HAbitat), finanziato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontalie

    Recuperato un esemplare adulto di tartaruga marina ferito dall’elica di un gommone

    È stato recuperato l’11 agosto in località Giardinelli a La Maddalena un esemplare adulto di tartaruga marina (Caretta caretta) ferito in modo non grave dall’elica di un gommone, il cui conducente ha immediatamente avvertito l’ufficio ambiente dell’Ente Parco. Tempestiva è stata anche l’attivazione del protocollo previsto dalla “Rete regionale di recupero e di soccorso della fauna marina selvatica”, una struttura - della quale fanno parte il Parco Nazionale di La Maddalena e tutte le altre aree marine protette della Regione Sardegna – finanziata dall’Assessorato alla difesa dell’ambiente presente in tutto il territorio sardo e composta da Centri di primo soccorso e altri Centri di recupero.

    La conservazione delle tartarughe marine: un seminario al CEA di Stagnali

    Si svolgerà il 23 giugno prossimo, presso il CEA (Centro di Educazione Ambientale) del Parco a Stagnali (Isola di Caprera), il seminario tematico della Sardegna “La conservazione delle tartarughe marine: esperienze e sfide”, che si svolge nell'ambito del Progetto GIONHA. L’incontro, riservato agli operatori del mare e agli esperti di settore, si inserisce all’interno del ciclo di attività divulgative volte a diffondere tra gli addetti ai lavori le esperienze maturate dai partner nel campo della conservazione degli habitat e delle specie all'interno del Santuario dei cetacei.

    “Bentornata Catalina!” Liberata la piccola caretta

    È stato liberato in tarda mattinata, in sicurezza, un giovane esemplare di tartaruga marina Caretta caretta recuperato alla fine del mese di gennaio di quest’anno. L’operazione è stata organizzata dall’Ente Parco in collaborazione con la Clinica veterinaria “Duemari” di Oristano, la società Naturalia e il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna.

    Il delfino D69 chiamato “Perduto”: un esempio di cooperazione transfrontaliera per la tutela delle Bocche

    Nella giornata di ieri è stato recuperato a largo dell’isolotto di Barrettini, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, un esemplare di delfino costiero, uno dei tanti che vengono rinvenuti morti lungo le nostre coste per cause diverse, alcune legate direttamente alle attività umane altre a patologie che sfociano in alcuni casi in epidemie e morie di numerosi esemplari.

    Recuperato un delfino morto tra Abbatoggia e Barrettini

    Nella mattinata di ieri, 13 luglio, il personale dell’Ufficio ambiente dell’Ente Parco, in
    collaborazione con Naturalia - società convenzionata con il Parco per le operazioni di primo
    soccorso della fauna selvatica - ha avviato le operazioni di recupero di un tursiope (Tursiops
    truncatus
    ) ritrovato morto a un miglio di distanza da punta Abbatoggia, tra l'Isola di La Maddalena e l'Isola Barrettini.

    Recuperato un delfino morto a largo dell'isola di Barrettini

    Nella mattinata di oggi 13 luglio il personale dell’Ufficio ambiente dell’Ente Parco, in collaborazione
    con Naturalia - società convenzionata con il Parco per le operazioni di primo soccorso della fauna selvatica - ha avviato le operazioni di recupero di un tursiope (Tursiops truncatus) ritrovato morto a largo delle isole dei Barrettini.

    Incontro con le istituzioni del territorio per le attività di recupero della fauna marina

    Si è svolto questa mattina alle 11.00 un incontro con le Forze dell’ordine e le istituzioni del territorio*, organizzato dall’Ufficio ambiente dell’Ente Parco, avente ad oggetto le attività del Parco Nazionale per il recupero e la cura della fauna marina in difficoltà nell'ambito della relativa Rete regionale conservazione mammiferi e tartarughe marine.

    Stenella a Baia Sardinia - Aggiornamenti

    Come abbiamo divugato due giorni fa, nella mattinata del 24 febbraio è stata segnalata al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, dalla Base Logistico Operativa Navale (BLON) del Corpo Forestale di Palau, la presenza di un delfino che nuotava all’interno di Baia Sardinia - Cala Bitta, apparentemente in difficoltà.

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.