• banner

    Pubblicazione di ordinanze presidenziali


    Comunicato stampa del 19.07.2007

    L’Ente Parco informa che in data 16 Luglio e in data odierna sono state pubblicate tre ordinanze presidenziali relative:

    Secondo quanto disposto da un’ordinanza (Ordinanza n. 2 del 2007) del Presidente, pubblicata in data 16 Luglio, per rispondere all’esigenza di facilitare l’ingresso nell’isola di La Maddalena ed il paventato limite allo sviluppo economico della stessa, il Parco ha sospeso, per le compagnie di linea, il pagamento del corrispettivo di ingresso nell’area del Parco. Pertanto i visitatori che si imbarcheranno sui traghetti di linea per raggiungere La Maddalena non saranno tenuti al pagamento dell’ “euro” previsto.
    Il Presidente Giuseppe Bonanno ha dichiarato: «Questo è quanto il Parco può fare per diminuire il costo del biglietto; mi auguro che anche gli altri organi politici locali facciano la loro parte per abbattere i costi, ormai proibitivi, per l’ingresso sull’isola di La Maddalena.»

    L’ordinanza sulla pesca (Ordinanza n. 4 del 2007), già pubblicata all’albo dell’Ente Parco, e che sarà anche pubblicata integralmente sul sito dell’Ente Parco, introduce la seguente principale novità: per quanto riguarda la pesca da imbarcazione, la possibilità di effettuare questa attività, senza alcuna limitazione temporale, è riservata ai soli residenti e nativi del Comune di La Maddalena e residenti di Palau, nonché ai lavoratori o militari di stanza a La Maddalena, con contratto o destinazione non inferiore ad un anno, ai possessori di un posto barca per almeno quattro mesi e ai possessori di un’abitazione nel Comune di La Maddalena, di poter esercitare l’attività di pesca da imbarcazione previa autorizzazione rilasciata a titolo gratuito dall’Ente. La decisione assunta dall’Ente è motivata dall’esigenza di evitare il fenomeno ormai diffuso di “safari” legato alla pesca; per quanto riguarda l’equiparazione dei residenti del Comune di Palau a quelli di La Maddalena, nonché l’inserimento, nella lista precedente, dei proprietari di abitazioni a La Maddalena, sono state recepite favorevolmente le proposte fatte dalla Commissione Ambiente del Comune di La Maddalena in un documento trasmesso all’Ente Parco in data 14 giugno.
    Per quanto concerne la pesca subacquea, in fase transitoria sarà applicata la limitazione, dal 1° giugno al 30 settembre, di pesca nei soli giorni di venerdì, sabato e domenica, nonché nelle festività nazionali; è assolutamente vietata la raccolta di coralli, crostacei e molluschi, esclusi i cefalopodi.

    Tali norme sono state introdotte recependo le indicazioni che sono scaturite dai colloqui avuti con i rappresentanti dei pescatori subacquei, in attesa che si possa addivenire ad un protocollo d’intesa più articolato con l’istituenda associazione dei pescatori subacquei di La Maddalena, al fine di avviare un processo di collaborazione fra i due soggetti per il monitoraggio e la tutela delle risorse ittiche e la raccolta di dati di valore scientifico.
    Sarà a cura dell’Ente Parco la predisposizione di tavoli tecnici per la stesura dei contenuti di tale intesa, insieme ai soggetti interessati.

    Infine, nei periodi di fermo biologico stabiliti dalla Regione Sardegna, la pesca sportiva può essere ulteriormente disciplinata dalle disposizioni stabilite dall’Ente Parco, che si impegna a studiare misure più rispondenti alle esigenze locali e alla tutela delle principali specie ittiche.

    L’ordinanza sull’attività di ormeggio e ancoraggio (Ordinanza n. 3 del 2007) introduce i seguenti contenuti:

    • nelle zone MA, come previsto dal decreto istitutivo dell’Ente Parco, è vietato l’ancoraggio; l’ormeggio è consentito in appositi campi boa; l’assegnazione della realizzazione di un apposito campo ormeggio presso l’isola di Mortorio è già stata avviata;
    • nelle zone MA la possibilità di ormeggio è consentita fino alle ore 22;
    • nelle zone MB la possibilità di ormeggio è consentita fino alle ore 22, ad esclusione delle imbarcazioni provviste di casse per la raccolta dei liquami, che possono ormeggiare anche oltre l’orario indicato. Per andare incontro agli usi ed ai costumi della popolazione maddalenina, è previsto che nelle isole minori siano consentiti l’attracco e l’ormeggio, ai soli residenti e nativi di La Maddalena, presso opere portuali fisse;
    • nelle zone MB la possibilità di ancoraggio è consentita esclusivamente sui fondali inerti (sabbiosi o fangosi) e comunque nelle aree nelle quali non siano presenti praterie di Posidonia Oceanica; anche per quanto riguarda l’ancoraggio il limite orario è fissato per le ore 22, ad esclusione dei soli residenti nel Comune di La Maddalena che abbiano imbarcazioni provviste di casse per la raccolta dei liquami.

    Il Presidente Giuseppe Bonanno ha dichiarato: «Sta finalmente concludendosi in maniera positiva l’iter per l’acquisizione delle istanze del territorio in merito al nuovo disciplinare del Parco. Se alla conferenza di servizi il Comune si è reso assente, l’Ente Parco si è preso l’onere di contattare direttamente le categorie di settore per farsi promotore di un percorso partecipativo alla stesura del disciplinare stesso.
    Sono molto soddisfatto per il clima di dialogo e di collaborazione che i rappresentanti sia dei diportisti che dei pescatori subacquei hanno dimostrato di avere, sorpresi essi stessi, probabilmente, dal fatto che, per la prima volta, è stata data loro la possibilità di esprimere un parere e partecipare attivamente al processo decisionale.»

    Per saperne di più visita la sezione del sito "Norme di Salvaguardia".

    Data: 
    19.07.2007

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 6 visitatori collegati.