• banner

    Come essere orgogliosi di un delitto


    Comunicato stampa del 28.07.2009

    Con la presente si precisa quanto segue in merito al Comunicato stampa del 28.07.2009 "Come essere orgogliosi di un delitto" divulgato in data odierna:

    A seguito di conversazione telefonica è stato comunicato all'Ente Parco che l'esemplare catturato, al quale si faceva riferimento nel Comunicato stampa succitato e raffigurato in alcune immagini riportate dai mezzi di stampa locali, non sarebbe una cernia ma una ricciola. La precisazione è indispensabile vista l'iniziale reazione di disapprovazione dell'Ente Parco alla lettura delle informazioni inerenti la cattura di una cernia.

    L'Ente Parco tutto trae un sospiro di sollievo nell'apprendere la notizia dell'errore commesso. Quello che segue è, per una corretta informazione, il testo del Comunicato stampa originale divulgato nella mattinata del 28.07.2009.

    L’Ente Parco prende le distanze in modo netto e deciso da quanto riportato dalla stampa locale riguardo alla pesca, da parte di un pescatore dilettante, di un esemplare di cernia da cinquanta chili. Ciò che è avvenuto viola infatti in modo grave l’Ordinanza sulla pesca emanata nel 2007 dall’Ente Parco, che prevede anche il divieto di pesca di qualsiasi specie di cernia.

    La cernia, infatti, è una specie ad alto rischio di estinzione e per tale ragione è stata inclusa nell’apposita lista, denominata Red list, aggiornata annualmente dall’Organizzazione Mondiale per la Protezione della Natura (IUCN).

    Per la gravità dell’avvenimento, gli uffici del Parco hanno già effettuato un’apposita segnalazione alla Capitaneria di Porto di La Maddalena e alle altre Forze dell’ordine competenti, riservandosi il diritto di porre in essere ulteriori azioni a tutela dell’ambiente e, in particolare, delle risorse marine dell’Arcipelago ai sensi della normativa vigente.

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno ha rilasciato la seguente dichiarazione:

    “Ciò che è avvenuto – ma anche l’ampia rilevanza data all’evento – può gettare al vento mesi di informazione sui divieti vigenti nell’area del Parco e sulle azioni e i comportamenti corretti da assumere in mare per la tutela dell’Arcipelago. La pesca di una cernia da parte di un dilettante potrebbe infatti incentivare comportamenti analoghi da parte di altri pescatori, con elevatissimi danni alla presenza di questa specie nell’Arcipelago, che è rara proprio perché anni di pesca senza alcun limite l’hanno decimata.

    Comportamenti di questo genere suggerirebbero la chiusura della pesca ai pescatori dilettanti sebbene al momento l’ipotesi non sia ancora concreta.

    Se fosse rimasto vivo, il valore economico dell’animale sarebbe stato di decine di volte superiore a quello che avrà per le persone che se ne ciberanno. Verrebbe da chiedersi in quale ristorante questa cernia andrà a finire….”.
     

    Data: 
    28.07.2009
    AllegatoDimensione
    2009-07-28_come-essere-orgogliosi-di-un-delitto.pdf43.87 KB

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 6 visitatori collegati.