• banner

    Mezzo anfibio in zone protette, l’Ente Parco presenta un esposto alle Forze dell’ordine


    Comunicato stampa del 23.08.2009

    In riferimento alle notizie riportate dagli organi di informazioni sulla presenza di un mezzo anfibio nell’area del Parco, ed in particolare nel Passo degli Asinelli in zona marina a massima tutela (zona MA), riportiamo di seguito, sinteticamente, la relazione di servizio contenuta nell’esposto che il Coordinatore del Parco Bruno Paliaga ha già inviato in data odierna alle Forze dell’ordine presenti sul territorio, al fine favorire lo svolgimento delle indagini di loro competenza e l’adozione di provvedimenti conseguenti.

    Si segnala inoltre che le notizie relative all’accesso di tale mezzo alla Spiaggia Rosa dell’isola di Budelli sono assolutamente prive di fondamento; il mezzo si è infatti “spiaggiato” esclusivamente presso la Spiaggia del Cavalieri della stessa isola.
    L’aspetto più significativo connesso all’episodio è il fatto che suddetta tipologia di mezzi – che secondo quanto comunicato all’Ente Parco dalla Capitaneria di Porto di La Maddalena sarebbe in possesso di tutti i necessari permessi previsti per i mezzi nautici e la cui navigazione non può dunque essere impedita nelle zone non soggette a tutela integrale – è suscettibile di arrecare gravissimo danno ambientale agli arenili e alle coste al momento dell’accesso agli stessi.

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno, che ha già rilasciato ai mezzi di stampa alcune dichiarazioni, ha biasimato l’accaduto ed elogiato l’azione del personale del Parco, che è intervenuto tempestivamente:

    " Quanto è avvenuto è vergognoso. Fortunatamente l’azione degli equipaggi del Parco, ai quali va il mio personale ringraziamento, ha consentito di segnalare immediatamente alle Forze dell’ordine la violazione delle norme di protezione previste dalle leggi istitutive del Parco.
    Peraltro nessun mezzo nautico può arrivare a motore acceso sulle spiagge dell’Arcipelago ed è indispensabile chiarire che l’approdo e la sosta di un mezzo su un arenile si configurano – quale ipotesi di reato – come occupazione abusiva di suolo pubblico.
    Si rende tuttavia necessario accentuare la capacità repressiva contro gli illeciti ambientali: di questo ho già parlato con l’Assessore all’Ambiente della Regione Sardegna Giorgio Oppi, che si è dimostrato estremamente sensibile e propositivo sull’argomento e col quale saranno avviate azioni condivise affinché già dalla prossima estate sia scongiurato il rischio di “assalti” di questo genere. Avere una forte partnership con la Regione Sardegna è essenziale per perseguire l’obiettivo di un maggior numero di controlli e, quindi, un più elevato livello di tutela ambientale.
    Infine, non vorrei che dietro all’episodio si nascondesse una strategia già pianificata a tavolino e messa in campo da qualcuno per evidenti scopi pubblicitari. "

    Segue il testo della relazione di servizio.


    Il giorno 22 agosto 2009 alle ore 11.36 un equipaggio composto dal personale dell'Ente Parco addetto al monitoraggio dell'area marina ha avvistato, nell'area del Passo degli Asinelli, ricompresa nella zona protetta MA (nella quale sono interdette ai sensi dell'Allegato A del D.P.R. 17 maggio 1996 sia la navigazione sia la sosta), un mezzo anfibio parcheggiato sulla costa.

    Il personale del Parco, dopo aver contattato il coordinatore delle attività estive, ha informato l'autista del mezzo che si trovava in zona MA e che pertanto erano vietati sia la navigazione sia la sosta; l'autista del mezzo, di nazionalità italiana, ha risposto di provenire da Bonifacio e che il mezzo stesso era in avaria. Pochi minuti più tardi il coordinatore delle attività estive, come da prassi, ha avvisato la Guardia Costiera di La Maddalena della presenza di un mezzo anfibio in zona MA, il cui conducente asseriva che il mezzo era in avaria.

    Attorno alle ore 14.00 un altro equipaggio del Parco ha avvistato nuovamente lo stesso mezzo in zona Porto Madonna, in area MB, in mezzo a bagnanti; successivamente il mezzo ha fatto una sosta sulla Spiaggia del Cavalieri, per poi riprendere la navigazione in direzione dell'isola di La Maddalena.

    Il materiale fotografico raccolto da parte del personale del Parco, e anche da parte di un corrispondente locale, documenta quanto avvenuto e soprattutto la targa del mezzo.

    Data: 
    23.08.2009

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 7 visitatori collegati.