• banner

    Progetto "PMIBB-GECT", prima riunione del Comitato di pilotaggio


    Comunicato stampa del 28.04.2010

    Si è svolta nella giornata di ieri ed è terminata questa mattina la prima riunione del Comitato di pilotaggio del Progetto "PMIBB-GECT", finanziato con Fondi comunitari del programma di cooperazione transfrontaliera "Marittimo Italia-Francia 2007-2013". L'incontro, nel corso del quale si è discusso in dettaglio delle attività che dovranno essere avviate nelle prossime settimane e delle proposte per la realizzazione del logo dell'iniziativa, ha dato ufficialmente il via ai lavori comuni sul Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio (da cui l'acronimo PMIBB) tra l'Ente Parco di La Maddalena per la Sardegna e l'Office de l'Environnement per la Corsica.

    Il progetto prevede la nascita, entro il prossimo anno, di un nuovo istituto chiamato appunto GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) che, riunendo i due enti gestori delle aree protette dell'Arcipelago di La Maddalena e della Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, servirà da un lato per sviluppare attività comuni a tutela di un ecosistema identico nei due territori, e dall'altro a stimolare - a livello governativo, diplomatico e internazionale - il dibattito sull'istituzione del Parco Marino delle Bocche di Bonifacio: il più importante passo in questo senso sarà appunto il raggiungimento di un'intesa presso l'Organizzazione Marittima Internazionale (OMI o IMO, International Maritime Organization) tra tuttti gli stati che ne fanno parte.

    Proprio in questa direzione procedono anche i lavori dei Ministeri dell'ambiente italiano e francese, che recentemente hanno annunciato il raggiungimento di un'intesa per il riavvio dell’iter per l’istituzione in sede diplomatica del Parco Marino Internazionale, fornendo anche un importante supporto morale al progetto di istituzione del GECT che il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e Office de l'Environnement de la Corse hanno presentato con successo: importante anche in termini economici è infatti il finanziamento ottenuto per il suo start-up, di poco inferiore ai due milioni di euro.

    Il percorso avviato agli inizi degli anni Novanta relativo al Parco Marino Internazionale ha consentito la nascita di due aree marine protette da una parte all’altra dello stretto: il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, sulla costa italiana, e la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, su quella francese; purtroppo una normativa carente ha per molto tempo costituito un freno alla creazione di una vera entità transfrontaliera di cooperazione. Questo obiettivo, fortemente perseguito negli ultimi anni dagli Enti preposti alla tutela del territorio che insistono nelle Bocche di Bonifacio, è oggi attuabile attraverso lo strumento del Regolamento (CE) n. 1082 / 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, recante la creazione del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale come nuovo istituto giuridico. Con un nuovo entusiasmo il Parco di La Maddalena e l'Office de l'Environnement de la Corse hanno saputo dunque ricostruire e rafforzare concreti rapporti di collaborazione così importanti proprio nell’anno internazionale della biodiversità.

    Data: 
    28.04.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 12 visitatori collegati.