• banner

    Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio, il 15 giugno sarà il giorno del rilancio


    Comunicato stampa del 11.06.2010

    Martedì 15 giugno, con la firma di uno specifico protocollo, come annunciato il 9 aprile scorso, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Onorevole Stefania Prestigiacomo, rilancerà ufficialmente il processo istitutivo del Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio (PMIBB), tornando a parlarne nuovamente a livello diplomatico e dopo aver già accolto con entusiasmo le proposte ed il lavoro svolto dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena sul tema, così come per parte francese ha fatto il Ministro dell’Ambiente Borloo.

    Finalmente, dopo anni di silenzio da parte delle istituzioni, riparte un processo arenatosi nelle pieghe burocratiche, col Ministro dell’Ambiente quale parte attiva e protagonista affiancata dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena nel tentativo, sempre più concreto, di realizzare forme nuove e stabili di collaborazione e cooperazione congiunta fra le aree protette che si affacciano sulle Bocche di Bonifacio.

    Il passo più importante, che ha portato ad una nuova fase di attenzione mediatica e di sensibilizzazione sull’argomento, è stato compiuto grazie alla candidatura di un progetto comunitario, fortemente voluto dal Presidente del Parco Giuseppe Bonanno e dai rappresentanti della Collectivité Territoriale de Corse e dell’Office de l’Environnement de la Corse sul finire del 2009 e ammesso poi a finanziamento nell’ambito del nuovo programma comunitario per la cooperazione transfrontaliera “Marittimo Italia-Francia 2007-2013”.
    Il progetto – su cui il Ministro italiano Prestigiacomo ed il Ministro francese Borloo si sono già pronunciati con una dichiarazione del 9 aprile scorso ed un’intesa che sarà siglata appunto il 15 giugno nell’Arcipelago di La Maddalena – dovrà favorire da un lato la conoscenza e la diffusione dell’importanza della formale istituzione del PMIBB e dall’altro lo sviluppo omogeneo dell’area delle Bocche in chiave sostenibile e nel rispetto delle differenze culturali, nell’ottica di un più ampio processo di arricchimento e avvicinamento dei versanti italiano e francese. Per tali ragioni la firma tra i due Ministri costituisce uno dei momenti più importanti di tale processo, nonché una novità assoluta in tema di tutela nel bacino del Mediterraneo.

    Il Presidente del Parco Bonanno intende ringraziare il Ministro Prestigiacomo “per la sensibilità ed il coraggio dimostrati nell’aver fatto proprio e nel voler promuovere un progetto su cui si è discusso molto che non è mai stato attuato concretamente. Da oggi, grazie all’impegno del Ministro e del suo staff da un lato e all’azione sul territorio delle già esistenti aree protette dall’altro, sarà possibile procedere a dare forma a un sogno; per quanto riguarda invece la realizzazione nel prossimo futuro del GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Transfrontaliera), istituzione diversa dal Parco Marino Internazionale che unirà le due aree protette transfrontaliere e sarà oggetto di approfondimento anche con la Regione Sardegna, essa potrà rappresentarne il nucleo propositivo, catalizzando – mi auguro – il processo che porterà progressivamente al Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio”.

    Data: 
    11.06.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 12 visitatori collegati.