• banner

    "Gaia 2010", presentate nella sala consiliare comunale le idee degli studenti messicani


    Comunicato stampa del 03.07.2010

    Si è tenuta questa mattina, presso la sala consiliare del Comune di La Maddalena, la conferenza stampa conclusiva del progetto “Gaia 2010”, workshop di approfondimento alle tematiche della mobilità sostenibile organizzato dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, che ha cofinanziato e sostenuto l’iniziativa.

    Giuseppe Angelo Spinetti, maddalenino e docente dell’università americana di Monterrey (Messico), ha presentato gli elaborati prodotti nel corso delle due settimane di studio a La Maddalena da dodici studenti provenienti dalla Facoltà di architettura dell’Università di Monterrey.

    Il tema scelto per la seconda edizione della manifestazione è stato il sistema di mobilità nell’isola di Caprera, avente ad oggetto la modalità con le quali è possibile da un lato raggiungere l’isola di Caprera, e dall’altro poterne fruire le risorse naturali. I riferimenti di cui i quattro gruppi di lavoro – ognuno composto da tre studenti – hanno tenuto conto nell’elaborazione delle proposte progettuali, sviluppate secondo il punto di vista del turista, sono: accessibilità, fruibilità, controllo della pressione antropica, flessibilità stagionale, ecosostenibilità, comunicazione attraverso la predisposizione di strumenti quali cartellonistica, segnaletica, etc.
    I quattro progetti (“Andare”, “Sbarco a Caprera”, “Be Bici” e “La linea que conecta”), ognuno dei quali è stato elaborato in autonomia rispetto agli altri, sono stati brevemente introdotti da Angelo Spinetti ai giornalisti, agli ospiti del Parco Nazionale e al pubblico presente, riscuotendo il plauso dei presenti. Gli studenti hanno sviluppato idee per il bike sharing così come forme di trasporto via mare, qual'è quella che è stata ribattezzata come “barco-taxi”: il tutto nell'ambito di un sistema integrato ed intelligente che consentirebbe ai turisti di fruire in modo sostenibile del territorio dell’isola di Caprera e delle sue risorse naturali e culturali senza accedere con gli autoveicoli.

    Sono intervenuti nel corso della conferenza stampa per l’Ente Parco il Presidente Giuseppe Bonanno e il Direttore Mauro Gargiulo; per il Comune di La Maddalena il Sindaco Angelo Comiti, l’Assessore all’ambiente Maria Pia Zonca; per la Mita Resort il Direttore della struttura Porto Arsenale Vasco De Cet. Presente anche il Presidente del Consiglio comunale Gianvincenzo Belli.

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno, che ha moderato gli interventi della mattinata, ha voluto ringraziare l’amministrazione comunale per aver messo a disposizione la sala consiliare per la presentazione dei lavori degli studenti messicani, riportata agli antichi splendori. «Spesso ci muoviamo su questo territorio senza renderci conto di quelle che sono le potenzialità ed i limiti stessi dell’isola; la visione di chi ha elaborato questi progetti è invece scevra da tutti i condizionamenti e dalla passione che ci anima: in tal modo è stato possibile sviluppare soluzioni ed idee sulle quali ragionare in futuro ed elaborare una progettazione più puntuale.
    Questo workshop per la prima volta connette tre grandi realtà del territorio di La Maddalena: oltre all’Ente Parco l’amministrazione comunale – che fornito gli spazi per questa conferenza stampa e con la quale l’Ente si prefigge di sviluppare tali temi con progetti per i quali ottenere congiuntamente finanziamenti – e la Mita Resort, che ha invece dato la disponibilità di alcuni spazi all’interno dei quali i ragazzi si sono sistemati per effettuare la progettazione e proporre le idee, rendendosi così parte attiva del progetto».
    Il Sindaco di La Maddalena Angelo Comiti ha mostrato apprezzamento per la scelta della mobilità sostenibile: «Il tema affrontato nel workshop è essenziale per lo sviluppo di questa città in un’ottica futura: sviluppo e mobilità sostenibile sono infatti temi sui quali dovremmo concentrarci in particolar modo, anche perché questa città ha una vocazione naturale nei confronti di tali argomenti».
    Il Direttore del Parco Mauro Gargiulo si è rivolto direttamente ai giovani studenti messicani, ringraziandoli per il valido contributo fornito. «L’idea della mobilità sostenibile a Caprera è una delle idee da me patrocinate nel momento in cui qualche settimana fa si pose il problema del tema da sottoporvi. Lo avete interpretato in modo egregio e eccellente, con freschezza e capacità di partorire nuove idee, nonché affrontando problematiche di lunga data che chi conosce la situazione del territorio dell’Arcipelago ritiene spesso insormontabili. Oggi avete avuto un ruolo importantissimo affinché si possa tentare di superare, in futuro, tali ostacoli che si pongono alla soluzione di problemi di lunga data. L’Ente Parco poterà all’attenzione dei progettisti che stanno redigendo il Piano per il Parco le vostre idee per approfondirle e integrarle all’interno del Piano stesso».
    Il Direttore di Porto Arsenale, Vaso De Cet, ha suggerito che il contributo dei progetti elaborati possa divenire un pezzo importante di quel riposizionamento economico che per La Maddalena è cominciato alcuni anni fa, e al quale anche la Mita Resort cerca di dare il proprio contributo. «I ragazzi hanno discusso non di limitazioni allo sviluppo o al turismo, bensì individuando un modello nel quale si percepisce una chiara volontà di realizzare modalità di fruizione sostenibile e quindi apportare un beneficio diffuso attraverso un’azione responsabile di governo dei flussi. Il lavoro svolto da un lato giova all’intera comunità, giacché serve a stimolare le grandi potenzialità che la gente e il territorio custodiscono, e dall’altro di fatto aiuterà tutti noi, che lavoriamo affinché tali potenzialità si traducano in un futuro ricco come il passato di quest’isola».
    L’Assessore all’ambiente Maria Pia Zonca, alla sua prima partecipazione a una conferenza stampa in qualità di amministratrice, ha ringraziato tutti i presenti ed in particolare il prof. Spinetti. « Noi tutti abbiamo una grande risorsa, che è quella delle risorse ambientali dell’Arcipelago, e possiamo fornire una risposta aggiuntiva a quello che è il classico modello basato su “sole, spiaggia e mare.” Mi auguro ch ein possibile sia possibile organizzare forme di turismo cosiddetto “attivo”, interpretando il territorio con gli occhi dei fruitori. Uno dei problemi di La Maddalena è la forte stagionalità del turismo; sarebbe pertanto molto importante avviare una serie di azioni concrete finalizzate a creare una “seconda stagione” nei mesi di spalla a quelli estivi, ossia includendo quelli che vanno da aprile a ottobre, predisponendo un’offerta destagionalizzata da promuovere nei canali nazionali e internazionali. La destagionalizzazione consentirebbe anche di alleggerire la pressione negli altri periodi di massimo afflusso e apporterebbe benefici economici, con l’obiettivo di conservare anche per le generazioni future l’immenso valore ambientale che è stato dato dalla natura all’isola».

    Data: 
    03.07.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 1 utente e 9 visitatori collegati.

    Utenti on-line

    • s.corriga