• banner

    Piano per il Parco: la replica del Presidente Bonanno alle dichiarazioni del consigliere Zanchetta


    Comunicato stampa del 23.09.2010

    « L’avvio del processo di coinvolgimento della popolazione nel percorso che porterà alla stesura del Piano del Parco e del Regolamento apre un momento nuovo per il futuro dell’Arcipelago: una fase mai avviata dalle precedenti amministrazioni dell’Ente e che prevede la possibilità per tutta la comunità di fornire un concreto ed utile apporto. Le dichiarazioni del consigliere comunale Pierfranco Zanchetta si inseriscono in un quadro di rapporti che si basa su un clima di sterili quanto deleterie contrapposizioni nocive a tutta la comunità maddalenina e che da tempo la gestione Bonanno intende superare.

    L’individuazione della sede dove aprire il dibattito pubblico con tutta la popolazione è avvenuta sulla base di una valutazione di opportunità e seguendo le indicazioni del Gruppo di lavoro – composto da esperti professionisti in materia – incaricato dall’Ente Parco: la decisione di incontrare i cittadini in un luogo neutro e non in una sede istituzionale di parte (né del Comune, né del Parco) è stata presa sulla base di una considerazione che tendesse a riportare il dibattito nelle mani della comunità e dei suoi diversi punti di vista in merito allo sviluppo futuro del Parco. Per tale ragione e anche per motivi logistici – ossia vicinanza al centro storico – la sede della Biblioteca del Circolo Ufficiali è sembrata strategicamente più idoneo per lanciare un messaggio di apertura reale a tutta la comunità e non di sterile esasperazione di solitari punti di vista.
    Al consigliere comunale Zanchetta occorre poi ricordare il ruolo che ha ricoperto nel corso del suo mandato di Assessore provinciale all’ambiente nella precedente giunta guidata da Pietrina Murrighile; nell’esercizio della sua funzione Zanchetta non ha mai ritenuto di dover incontrare neppure una volta il Consiglio direttivo dell’Ente Parco, così come al contrario sta avvenendo nel corso degli ultimi mesi con diversi rappresentanti dell’esecutivo provinciale, Presidente Sanciu in testa. In passato il Presidente Bonanno ha già sostenuto e concretamente manifestato la necessità e la volontà di confronto e partecipazione, aperture colte proficuamente dall’attuale amministrazione provinciale: si tratta di considerazioni di fatto e non di strategie politiche che dovrebbero essere lasciate a chi, appunto, il politico fa di mestiere. Il confronto costruttivo e propositivo si misura invece sulla base di elementi e volontà reali discusse nelle sedi idonee e non esclusivamente sulle pagine dei quotidiani locali.
    Per necessità di chiarezza sembra infine doveroso specificare che nessuna nomina è stata fatta dalla Provincia di Olbia-Tempio all’interno degli organi di gestione dell’Ente: un’opportunità in tal senso era stata fornita allo stesso Zanchetta in qualità di Assessore provinciale all’ambiente. Infatti all’interno della Commissione incaricata di fornire ulteriori linee guida e indirizzi al Gruppo di lavoro che sta redigendo il Piano per il parco, già dai primi mesi del 2009 agli enti locali è stata data l’opportunità di individuare due figure che rappresentassero il punto di vista degli stessi, Provincia compresa. Anche in questo caso però mai alcuna proposta o indicazione è stata fornita. Zanchetta non ha mai pensato potesse essere utile individuare queste due figure, negando un’opportunità di confronto a se stesso e a tutta la Provincia. In ultima istanza è indispensabile chiarire che, proprio per evitare future polemiche sullo stato di avanzamento dei lavori, le Deliberazioni approvate in passato dal Consiglio direttivo ed aventi ad oggetto il Piano per il Parco sono sempre state inviate ai tre enti locali costituenti la Comunità del Parco (Comune, Provincia, e Regione) e numerose sono state le comunicazioni esterne inviate agli organi di stampa sull’argomento.

    Il Piano per il Parco è un documento fondamentale di programmazione territoriale, uno strumento sovraordinato rispetto a quelli comunali ma che non ha nessuna intenzione di passare sopra le teste dei maddalenini. L’avvio della fase pubblica e di confronto è in qualche modo espressione della volontà dell’attuale gestione del Parco di un confronto aperto con tutta la comunità, un confronto che parte ancora prima che l’Ente Parco disponga di una bozza del Piano. »

    Data: 
    23.09.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 6 visitatori collegati.