• banner

    «I confini del Parco si possono allargare». Le dichiarazioni del Presidente Bonanno


    Comunicato stampa del 29.09.2010

    Un riscontro positivo quello espresso dal Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena Giuseppe Bonanno alle dichiarazioni dei responsabili dell’amministrazione comunale di Palau che chiedono l’allargamento dei confini del Parco per accogliere anche il territorio del comune costiero. Un tavolo di concertazione con tutti i soggetti interessati per valutare le strategie, opportunità e criticità connesse a questo grande progetto di coinvolgimento del territorio è la proposta lanciata dal Presidente Giuseppe Bonanno.

    «Sono soddisfatto della richiesta avanzata da parte del Comune di Palau. – spiega Bonanno - Il Parco, ha un’aspirazione internazionale, ma vuole e deve poter sviluppare una espansione anche sul territorio nazionale per poter avere lo stesso peso del territoriale messo in gioco dalla Corsica».

    Per questo motivo il Parco già da tempo sta pensando di avanzare la richiesta della costituzione di una vasta area marina protetta che cinga e allarghi i confini del Parco Nazionale dell’ Arcipelago di la Maddalena. «Il fatto che i comuni frontalieri incomincino a valutare e, addirittura, avanzare richiesta formale, per entrare nel Parco Nazionale dell'arcipelago ribadisce il Presidente - non solo è da salutare con interesse ma costituisce anche motivo di gratificazione e soddisfazione. Da tempo sto valutando le questioni relative al coinvolgimento dei comuni frontalieri nell'area del Parco».

    Il percorso di allargamento dei confini dell’area protetta incominciò qualche hanno fa con la convocazione di un tavolo con tutti i sindaci frontalieri, allora, le polemiche locali affossarono il processo. «Per questo motivo ho pensato, ora che siamo in fase di redazione del Piano e del regolamento, di ragionare sulle aree contigue, specificatamente prevista dalla 394 per armonizzare le misure di salvaguardia tutela e valorizzazione con i territori immediatamente confinanti col perimetro del Parco. Ma io vorrei andare oltre, - continua Bonanno - come anticipato in occasione della prima riunione pubblica per la partecipazione del piano, vorrei proporre i patti territoriali, veri e propri contratti tra il parco e i comuni contigui per sottoscrivere patti di tutela di area vasta e di valorizzazione di produzioni tipiche locali in chiave eco-sostenibile».

    Un obiettivo da raggiungere per essere territorialmente competitivi: «In europa si assiste continuamente a processi di aggregazione al fine di confezionare politiche di marketing territoriale più competitive. Gli strumenti possiamo predisporli e cocepirli per una immediata risposta al desiderio di compartecipare, nel mentre avviare un ragionamento col ministero, provincia e regione per ponderare, valutare e avviare i processi di espansione del Parco nazionale dell'arcipelago di la Maddalena».

    Data: 
    29.09.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 7 visitatori collegati.