• banner

    Paesaggio e fortificazioni: seminario di chiusura


    Comunicato stampa del 19.02.2013

    Si svolgerà giovedì 21 febbraio alle ore 10.30 presso il Cea - Centro di educazione ambientale del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena a Stagnali, nell’isola di Caprera, la presentazione dei progetti realizzati dagli studenti del V anno del corso di progettazione ambientale del Dipartimento di Architettura dell'Università di Sassari, con sede ad Alghero, che ha come tema la “Riqualificazione e valorizzazione del paesaggio storico difensivo del sistema degli ex fortini militari della Maddalena”.

    Durante l’incontro verranno presentati al pubblico i migliori elaborati frutto del laboratorio di progettazione e le proposte di valorizzazione del territorio gallurese. Ad esporre i progetti sarà il prof. Stefan Tischer coordinatore del Dipartimento. Lo studio delle fortificazioni, condotto dai giovani ragazzi, è cominciato alcuni mesi fa nel territorio del Parco; l’avvio del corso, infatti, si era tenuto nel settembre scorso a Stagnali con un convegno dal titolo “Il sistema delle fortificazioni dell’Arcipelago di La Maddalena e di Palau e la loro relazione con il paesaggio”.

    I giovani studenti erano stati ospitati presso le strutture del Cea a Stagnali per una tre giorni di studio e approfondimento sul campo. Guidati dal prof. Tischer, docente di Architettura del paesaggio, e dai suoi collaboratori i ragazzi hanno potuto visitare e vedere con i loro occhi le fortificazioni militari all’interno dell’Arcipelago analizzando in particolare la relazione delle diverse strutture con l’ambiente. L’attività di ricerca e studio condotta in questi mesi dai giovani studenti ha portato alla realizzazione di nuove proposte di valorizzazione dei fortini militari.

    Data: 
    19.02.2013

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.