• banner

    La “Settimana del Parco” alla scoperta del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena


    Comunicato stampa del 10.05.2013

    Un’intera settimana di eventi organizzata dal 21 al 25 maggio prossimi dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena per celebrare la “Giornata europea dei Parchi” promossa da EUROPARC (Federazione europea dei Parchi) il 24 maggio. Manifestazioni, dibattiti, visite guidate, appuntamenti eno-gastronomici, approfondimenti scientifici e specifiche iniziative dedicate alla cooperazione transfrontaliera, faranno da cornice allo splendido scenario dell’Arcipelago,

    Obiettivo della “Settimana del Parco” è quello di raccontare le iniziative e l’attività del Parco coniugando la tutela ambientale e la ricerca scientifica con la riscoperta dei sapori della terra e del mare in un unico contenitore di partecipazione attiva alla scoperta del territorio. Un viaggio tra i valori e le specificità ambientali dell’Arcipelago per promuovere le attività che l’Ente Parco svolge quotidianamente per valorizzare i contenuti e le risorse del territorio.

    L’iniziativa, in occasione degli eventi legati al G.E.C.T – P.M.I.B.B. (Parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio) prevede la presenza del personale dell’Office de l’Environnement de la Corse (OEC, Ufficio ambiente della Corsica, ente gestore della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio e partner dell’Ente Parco nel progetto P.M.I.B.B.) e si realizzerà anche grazie alla collaborazione instaurata tra Ente Parco e associazioni di categoria e altre organizzazioni presenti sul territorio, in particolare: Confcommercio Nord Sardegna e la rete di associati, l’Agenzia regionale Laore, Slowfood, AIAB (Associazione italiana agricoltura biologica) e l’associazione Landworks Sardinia.

    Con Confcommercio, in particolare, l’Ente Parco procederà a sottoscrivere un protocollo d'intesa per consolidare i rapporti maturati negli ultimi mesi e rendere così sempre più frequenti le occasioni di promozione come quelli programmati per fine maggio.

     

    RICERCA SCIENTIFICA

    Nel corso della “Settimana del Parco” saranno tre i momenti di riflessione e approfondimento scientifico legati alla flora e alla fauna dell’Arcipelago.

    Erpetofauna. Anfibi e rettili ricoprono un ruolo chiave all’interno degli eco-sistemi delle regioni mediterranee all’interno del quale costituiscono buona parte della fauna vertebrata. Un viaggio alla scoperta delle specificità faunistiche presenti nell’Arcipelago caratterizzerà la prima giornata della “Settimana del Parco”.

    Laboratorio delle essenze. Presentazione dei risultati delle analisi sulle specie essenziere dell’Arcipelago. Durante il convegno verrà̀ presentato il progetto del laboratorio delle essenze elaborato dall’Ente Parco.

    Avifauna. La presentazione dei dati relativi al monitoraggio dell’avifauna di passaggio sulle isole dell’Arcipelago sarà invece il momento conclusivo degli appuntamenti dedicati all’approfondimento scientifico della “Settimana del Parco”. Una carrellata tra i 3990 esemplari di animali inanellati nel corso del 2012 appartenenti a 53 diverse specie che animano l’Arcipelago.

     

    GECT - P.M.I.B.B., il modello energetico per la nuova casa del Parco

    Nel corso della “Settimana del Parco” sarà presentato il progetto per il recupero della batteria di Zavagli sull’isola di Spargi, ed in particolare il modello utilizzato per fornire energia all’edificio, destinato ad accogliere le attività transfrontaliere del G.E.C.T. – P.M.I.B.B.; le attività sono realizzate nell’ambito del partenariato tra Ente Parco e OEC, membri fondatori del G.E.C.T. – P.M.I.B.B.

    Tra gli interventi del restauro è prevista la realizzazione di un impianto di produzione elettrica a basso impatto ambientale tramite l’utilizzo di energie rinnovabili, che renderà la nuova struttura tecnologicamente innovativa sul piano della sperimentazione di nuove metodologie di produzione energetica, nel pieno rispetto della tutela ambientale e dei delicati equilibri ecologici dell’isola. I partner del progetto prevedono, anche per il futuro, di elaborare e promuovere metodi e modalità di gestione innovativi in grado di produrre un effetto dinamico su tutto il territorio, elaborando contestualmente strategie di gestione sperimentali in campo energetico e di conservazione.

     

    SENTIERI DEL GUSTO

    Un viaggio attraverso i gusti e i sapori dell’Arcipelago, della Gallura e dell’intera Sardegna, alla scoperta delle tipicità alimentari dell’intero territorio in collaborazione con AIAB e Slowfood Gallura: un percorso verso il mangiar sano e genuino per provare a legare la consapevolezza ambientale a partire dalla qualità dei prodotti alimentari, attraverso i formaggi e i vini del Nord Sardegna, insieme al pescato dell’Arcipelago, per provare a descrivere il territorio e le sue risorse grazie alle proprietà dei suoi prodotti alimentari. Le diverse iniziative in calendario saranno realizzate in collaborazione con la rete Slowfood, con l’AIAB e grazie alla disponibilità dei pescatori di La Maddalena.

     

    SENTIERI DEL PARCO

    Ripristinare i sentieri di Caprera con indicazioni relative ai punti d’interesse più significativi dell’isola: questo uno degli obiettivi che l’Ente Parco si era posto all’inizio del 2011, all’insegna della valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche attraverso modelli ecosostenibili per una migliore fruizione del territorio per tutto il corso dell’anno. Tra il 2011 e il 2012 l’Ente Parco ha in effetti provveduto al ripristino di 16 sentieri.

    I sentieri del Parco rappresentano oggi, per i visitatori del Parco, un’occasione di riscoperta dell’isola di Caprera, indissolubilmente legata al padre del Risorgimento italiano Giuseppe Garibaldi.

    Per uniformare alla segnaletica presente sul territorio sardo, corso e nazionale i cartelli informativi del Parco, presenti sui sentieri, è stata utilizzata quella proposta dal C.A.I., con i relativi tratti di colore rosso-bianco-rosso.

     

    OLIVETI DI S. STEFANO: l’agricoltura guarda alle isole dell’Arcipelago

    Presentazione della conclusione dei lavori per il recupero dell’oliveto di S. Stefano realizzato dall’Ente Parco con l’Agenzia regionale Laore nell’ambito del progetto RESMAR, azione H. Migliorare la gestione territoriale in campo ambientale sviluppando approcci innovativi per la gestione sostenibile delle aree produttive da applicare al campo delle produzioni agro-alimentari: questo l’obiettivo posto dall’azione pilota che rientra nel più vasto programma di attività legate al progetto RESMAR rappresenta solo un primo passo rispetto agli obiettivi generali posti attraverso il protocollo d’intesa sottoscritto dall’Ente Parco con l’Agenzia regionale per lo sviluppo in agricoltura (Laore).

    L’azione pilota ha visto come protagonisti i migliori tecnici potatori dell’Agenzia regionale e gli operai messi a disposizione dall’Ente Parco quale personale da formare. Attualmente l’attività ha interessato l’oliveto secolare dell’ex azienda agricola Serra presente sull’Isola di Santo Stefano che conta circa 150 piante di olivo distribuite su un ettaro di terreno. La prospettiva della valorizzazione delle risorse agricole in chiave di sviluppo economico locale è una sfida che l’Ente Parco ha promosso in maniera decisa in tante occasioni, nella convinzione che rappresenti una strada importante per il potenziamento della rete economica presente sul territorio.

     

    ARTE, PAESAGGIO E NATURA

    La settimana sarà contraddistinta da diversi eventi e manifestazioni, sia di carattere scientifico sia con connotazioni più artistiche, ma comunque strettamente legate alla sensibilizzazione ambientale e all’intrattenimento ecologicamente compatibile.

    Landworks Sardinia. Un workshop operativo per la riqualificazione e la valorizzazione del paesaggio ambientale di territori con particolari caratteristiche storiche, antropologiche e paesaggistiche all’interno del Mediterraneo: dieci giorni tra arte, sperimentazione e ideazione. Promossa dall’associazione “Landworks Sardinia”, la manifestazione è inserita per questa edizione nell’ambito delle attività della “Settimana del Parco”. Nel clima di fermento culturale che il Parco sta cercando di generare, favorendo un dialogo positivo tra manifestazioni artistiche e consapevolezza ambientale sarà l’occasione per lanciare la “Biennale nazionale di arte e natura” che si terrà nell’autunno 2013. Una manifestazione che intende coinvolgere le più varie espressioni artistiche contemporanee nella promozione di esposizioni, esibizioni e performance all’interno dei luoghi simbolo dell’Arcipelago (sentieri, spiagge, fortificazioni, piazze).

     

    PROGETTO SHARKLIFE

    Secondo uno studio della IUNC (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) nel Mediterraneo sono presenti circa 80 specie diverse di pesci cartilaginei e l’Italia in particolare, grazie alla sua posizione strategica, ospita 43 specie di squali. Il progetto è stato realizzato grazie ai fondi europei del programma Life+ e da altri cofinanziatori, come il Ministero dell'Ambiente, il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e la Provincia di Reggio Calabria, e coinvolge, accanto a CTS, i seguenti partner: Agci-Agrital, Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee), Cibm di Livorno (Consorzio per il Centro Interuniversitario di Biologia Marina), Fondazione Cetacea, Parco Nazionale dell’Asinara.

    Nel corso di tutta la “Settimana del Parco” una mostra fotografica sarà interamente dedicata ai pesci cartilaginei del Mediterraneo.

     

     

     

     

     

     

    Data: 
    13.05.2013

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 3 visitatori collegati.