• banner

    Budelli, il TAR della Sardegna ha respinto il ricorso presentato da Michael Harte


    Nota stampa del 30.10.2014

    Un anno dopo l’acquisizione della proprietà dell’isola di Budelli da parte del magnate neozelandese Michael Harte, il Tribunale Amministrativo della Sardegna, con sentenza del 27 ottobre scorso, ha respinto il ricorso presentato dai suoi avvocati, confermando la legittimità dell’azione dell’Ente Parco negli ultimi dodici mesi.
    Il ricorso avanzato al TAR da parte di Harte aveva lo scopo di invalidare gli atti amministrativi con cui l’Ente Parco aveva avviato la procedura di prelazione.Il TAR ha dato ragione nel merito all’Ente Parco valutando le controdeduzioni presentate dall'Avvocatura dello Stato di Cagliari - alla quale va il ringraziamento del Presidente del Parco Giuseppe Bonanno per il lavoro prezioso sin qui svolto a supporto dell'Ente - ed ha quindi riconosciuto la piena legittimità degli atti assunti dall'Ente Parco, che pure erano stati adottati nel pieno delle festività natalizie del 2013, con una vera e propria lotta contro il tempo. All'indomani della pubblicazione della Legge di stabilità per il 2014, infatti,  dopo una lunga mobilitazione, lanciata sulla piattaforma change.org dal presidente della Fondazione Univerde ed ex ministro dell'ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, che aveva coinvolto centomila cittadini e numerose personalità pubbliche, dal mondo della politica a quello dello spettacolo, passando per molte associazioni ambientaliste, l'Ente aveva provveduto, con una vera e propria corsa contro il tempo a presentare tutta la documentazione necessaria all'esercizio del diritto di prelazione.

    L'Ente Parco - è bene ricordarlo - sarà proprietario solo a conclusione delle procedure di trascrizione che avverrà nei prossimi giorni; permane al momento il regime di custodia stabilito dal giudice fallimentare.

    Sin dalla fine del 2013, in sintonia con la volontà del legislatore e dell’opinione pubblica, l'Ente si prepara a gestire direttamente questa parte di Arcipelago, e di adempiere a quella che è a tutti gli effetti un’opportunità unica nella sua storia e un obbligo nei confronti delle generazioni future, garantendo comunque, come sempre fatto in passato, la sua disponibilità a collaborare con tutti i soggetti, anche privati, che riterranno opportuno voler apportare un contributo.
    Peraltro proprio nella variazione al bilancio di previsione 2014 l’Ente Parco ha inserito i fondi necessari a compiere le prime operazioni di valorizzazione dell’isola.

    Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno, ha voluto ringraziare anche gli uffici del Parco, che, tra mille difficoltà, hanno dato un valido e prezioso contributo a tutto l'iter amministrativo, e intende ricordare anche la volontà del Parco, sempre sottolineata nei mesi passati, di non sottrarsi al confronto con i privati, anche in futuro.

    Data: 
    30.10.2014

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 5 visitatori collegati.