• banner

    Consiglio direttivo: Prima convocazione


    Comunicato Stampa n. 35 del 10.07.2015

    Si è svolta in questi giorni presso la sala didattica del CEA – Centro di educazione ambientale del Parco a Stagnali Isola di Caprera la prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.
    Il Consiglio si insedia dopo due anni e mezzo dall’ultimo incontro che si svolse nel dicembre del 2012, ed è composto da: Bruno Paliaga, ex direttore dell’Ente Parco di La Maddalena e delle Aree marine protette di Capo Carbonara e della Penisola del Sinis Mal di Ventre; Luca Ronchi, guida ambientale escursionistica iscritta all'Albo Regionale con un'esperienza decennale all'interno del Parco in qualità di responsabile della progettazione di attività di Educazione Ambientale ed escursionismo naturalistico; Andrea Rotta, ricercatore del Dipartimento di Biologia Animale della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Sassari, già Consulente ambientale e collaboratore dell'Ente Parco, e Vincenzo Di Fraia, docente dell'Istituto tecnico Navale D. Millelire, direttore dei Corsi P.S.S.R - (Certificazione di Sicurezza Personale e Responsabilità Sociali), tutti nominati dalla Regione Sardegna.  A questi si aggiungono: Lucia Spanu, nominata dalle associazioni ambientaliste, Presidente della sezione locale di Italia Nostra, Agostino Bifulco: nominato dal Ministero delle Politiche agricole, già consigliere nel precedente direttivo, Carlo Rotta, Dipendente del Comando Zona Fari della Sardegna in qualità di responsabile amministrativo  dei materiali ( Impianti fotovoltaici dei fari,  boe, mede elastiche) dei Segnalamenti di tutta la Sardegna, designato del Ministero dell’Ambiente della tutela del mare e Claudio Margottini Responsabile Coordinamento e Sviluppo Attività Internazionali dell’ISPRA/Servizio Geologico d’Italia, docente del corso “geologia applicata per la conservazione dei beni culturali”dell’ Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e  Consulente UNESCO.

    Nel corso della due giorni di lavoro c’è stata la presentazione da parte dei tecnici e collaboratori dell'Ente degli studi e dei progetti portati avanti negli ultimi anni. Sono, infatti, molteplici i fronti che impegnano l'Ente nel campo del monitoraggio e della ricerca, nel recupero paesaggistico delle strutture demaniali e dell'innovazione, passando per la comunicazione e il rilascio permessi e autorizzazioni del Parco. Si è discusso inoltre delle delibere e degli atti assunti in assenza del Consiglio e assunti dal Presidente Bonanno per portare avanti il lavoro dell’Ente che la nuova assemblea dovrà rattificare. Eletto anche il vicepresidente del Parco, nella persona di Andrea Rotta, grande conoscitore dell’Arcipelago e dell’Ente, che si è detto interessato a collaborare attivamente per portare nuova linfa e nuove idee a sostegno del Parco: “C’è molto da lavorare e da programmare, per rendere gli interventi sostenibili a lungo termine. È importante che si prenda coscienza del Parco, per questo motivo propongo che il consiglio direttivo venga fatto nel Salone consiliare, con il coinvolgimento dell’amministrazione comunale e della popolazione. Il Parco non deve essere visto solo come uno strumento di vincolo ma soprattutto di tutela del territorio, e di questo lavoro la popolazione ne va resa partecipe”. D'accordo il Presidente sulla necessità di percorrere nuove strade per includere la popolazione, è pronto a valutare l'ipotesi dell'utilizzo del salone consiliare previo accordo col Comune.

    Nel corso della prima giornata ha partecipato come ospite ad una parte dei lavori il Sindaco di La Maddalena, avv. Luca Carlo Montella il quale ha espresso chiaramente la volontà da parte dell’amministrazione comunale di collaborare insieme attivamente per il rilancio di La Maddalena. Con l'attuale amministrazione è già in corso dall'insediamento l'abitudine, che si vuole consolidare, di promuovere un incontro settimanale tra Sindaco e Presidente del Parco proprio per dare forza e sostanza a questa intenzione di collaborazione.

    Presenti anche i partner dell’Office de l'Environnement de la Corse (Ufficio per l’Ambiente della Corsica: ente gestore della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio) con i quali si è parlato del GECT-PMIBB.

    “L’importanza di avere un Consiglio Direttivo  - spiega il Presidente Bonanno -  è basilare per  la corretta gestione dell’Ente, e lo è ancor di più se i suoi membri sono grandi conoscitori del territorio e delle problematiche che esso vive. Abbiamo lavorato nell’ottica di miglioramento, i consiglieri sono stati molto attenti e interessati oltre che propositivi. Sono sicuro che intraprendendo questa strada si potranno realizzare dei buoni progetti per proteggere e valorizzare al meglio l’Arcipelago”. Il Consiglio direttivo delibera in merito a tutte le questioni generali ed in particolare sui bilanci, sui regolamenti e sulla proposta di Piano per il Parco, esprime parere vincolante sul piano pluriennale economico e sociale, elabora lo statuto dell'Ente parco, che è adottato con decreto del Ministro dell'Ambiente, d'intesa con la Regione.

    Data: 
    10.07.2015

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 8 visitatori collegati.