• banner

    Attività di abbattimento ibridi di cinghialexmaiale


    aggiornamenti sull'andamento delle operazioni di cattura e abbattimento selettivo

    Dopo aver acquisito le necessarie autorizzazioni regionali e dell’Istituto Superiore per la Protezione ambientale, anche nel 2018 l’Ente Parco Nazionale ha avviato le attività di eradicazione di ibridi di cinghialexmaiale mediante abbattimenti con la collaborazione dei selecontrollori abilitati.

    Come è noto la specie alloctona è una seria criticità per la biodiversità del Parco comportando danni di habitat protetti. Non da sottovalutare è anche la presenza di zecche, specialmente nelle aree di Caprera, ricollegabili ai cinghiali.  

    Le attività di abbattimento, svolte ai sensi delle “Linee Guida per la cattura e l’abbattimento selettivo della popolazione degli ibridi di cinghialexmaiale”, si sono svolte in coordinamento con il personale dell’Ente Parco, il Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale (C.T.A), la Compagnia Barracellare di La Maddalena, i Carabinieri Forestali. In 19 giornate di attività (periodo 21 febbraio-10 aprile 2018) sono stati abbattuti n.182 esemplari di ibrido di cinghiale, di cui n. 97 sull’isola di La Maddalena (n.47 di sesso maschile e n.50 di sesso femminile con 50 feti) e n. 85 sull’isola di Caprera (n.45 di sesso maschile e n.40 di sesso femminile con 45 feti).

    Le schede di abbattimento saranno valorizzate dall’Università di Sassari al fine della predisposizione del piano operativo triennale degli abbattimenti della fauna selvatica.

    Data: 
    18.04.2018

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 13 visitatori collegati.