• banner

    Ultime notizie e comunicati stampa del Parco


    Il nuovo progetto per il Parco Marino Internazionale vince il secondo bando comunitario Marittimo 2007-2013

    È noto che, nell’ambito delle attività riconducibili alla cooperazione transfrontaliera con la Corsica, cui si è sopra accennato, l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena coopera sin dalla sua istituzione con l’Office de l’Environnement de la Corse (OEC), ossia l’agenzia corsa preposta alla gestione delle riserve naturali regionali qual è la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, ricompresa, come il Parco di La Maddalena, all’interno della più vasta area del Parco Marino Internazionale.

    Marangone dal ciuffo, in corso le operazioni di monitoraggio nell'Arcipelago

    Stanno svolgendosi in questi giorni nell’ampia area marina delle Bocche di Bonifacio, che comprende anche il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, le attività di monitoraggio dell’avifauna, ed in particolare quelle relative al marangone dal ciuffo (Phalacrocorax aristotelis desmarestii) condotte da un’équipe scientifica comune sardo-corsa.

    Fitopatie a Caprera, il Parco richiede un contributo straordinario

    Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena è stato impegnato nelle ultime settimane ad affrontare il fenomeno delle fitopatie – ossia delle malattie delle piante – che hanno colpito molti alberi nell’isola di Caprera. Un’ampia area boschiva di notevole valore naturalistico, popolata da lecci e da un folto sottobosco di specie della macchia mediterranea, è infatti interessata da problemi che a lungo termine potrebbero compromettere la sopravvivenza delle piante stesse. In particolare in alcune piante di leccio, sia giovani che adulte, sono presenti in alcune aree del tronco – così come in rami anche più giovani – zone più o meno ampie con lesioni cancerose o “cancri”, come definiti dagli esperti.

    Avviso - Abbattimento di pini nell'isola di Caprera - Rettifica

    Si informa la cittadinanza che, diversamente da quanto precedentemente comunicato dall'Ente Parco, nelle more della definizione delle procedure di prelievo ed in attesa di conferma da parte gli enti competenti, il prelievo di legna da ardere nell'isola di Caprera è sospeso fino a nuovo avviso.

    Avviso - Abbattimento di pini nell'isola di Caprera

    L’Ente Parco informa tutta la cittadinanza che l’Ente Foreste della Regione Sardegna sta provvedendo ad abbattere alcuni pini dell'isola di Caprera perché pericolosi a causa dell’elevato rischio che gli stessi finiscano per schiantarsi in prossimità della sede stradale. Chiunque fosse interessato a raccogliere il legname proveniente dai lavori può richiedere l’autorizzazione all’ufficio ambiente dell’Ente Parco dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 al fine di utilizzare lo stesso quale legna da ardere.

    Avvistato questa mattina un esemplare di squalo elefante

    E’ stato avvistato nell’area delle isole Barrettini questa mattina alle ore 12.00 circa, dal personale del Parco addetto al monitoraggio, un esemplare di circa 7 metri di squalo elefante (Cetorhinus maximus). Lo squalo elefante, unica specie della famiglia Cetorhinidae, è il secondo pesce esistente più grande, dopo lo squalo balena; nonostante la sua enorme mole – la sua lunghezza può talora raggiungere anche i 10 metri, mentre il peso può arrivare sino alle 10 tonnellate – si tratta di un animale inoffensivo.

    Percorsi di rientro "Master & Back", pubblicato l'Avviso pubblico

    Gestore di rete, naturalista, paesaggista, comunicatori: sono le figure professionali per le quali il Parco presenterà richiesta di finanziamento del percorso con un contratto di collaborazione della durata di 24 mesi nell'ambito del programma "Master & back", congiuntamente ai candidati che saranno ritenuti più idonei in base alla qualità del curriculum vitae.

    Recupero di esemplare di tartaruga marina - Aggiornamenti

    La tartaruga marina recuperata questa mattina, di cui avevamo parlato nel comunicato stampa divulgato nel primo pomeriggio con altri aggiornamenti pubblicati sulla pagina del Parco su Facebook, è ora ricoverata nella clinica veterinaria Duemari di Oristano, convenzionata con la "Rete regionale conservazione mammiferi e tartarughe marini". Il Dott. Paolo Briguglio, della clinica Duemari, ci ha comunicato che si tratta di un esemplare giovane di Caretta caretta, del peso di poco superiore ai 4 kg e con un carapace di 34 cm di lunghezza per 32 di larghezza.

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 3 visitatori collegati.