• banner

    Grande affluenza all'edizione maddalenina di "Iniziative Oceaniche"


    Grande affluenza alla quindicesima edizione di "Iniziative Oceaniche", evento promosso in tutto il mondo, nel fine settimana tra il 18 e il 21 marzo, da Surfrider Foundation Europe, un’organizzazione senza scopo di lucro di spessore internazionale, nata con l’intento di salvaguardare, migliorare e gestire in modo sostenibile il mare e le coste, nonché informare e sensibilizzare le persone che fruiscono di tali beni; nel corso di queste giornate organizzazioni e istituzioni di tutto il mondo sono impegnate in una serie di eventi ed attività finalizzati alla raccolta dei rifiuti sulle spiagge e alla sensibilizzazione ambientale.

    Nell'Arcipelago di La Maddalena per organizzare l'iniziativa è stata scelta l'intera giornata del 20 marzo, nella quale il Parco Nazionale ha voluto patrocinare le operazioni di pulizia di alcune spiagge dell’Arcipelago - ed in particolare nell'isola di Caprera e di Spargi - grazie al coordinamento del CTS, promotore insieme al Parco dell’iniziativa, e alla partecipazione delle altre associazioni che operano presso il Centro di Educazione Ambientale di Stagnali (l’associazione “G. Cesaraccio” e la sezione maddalenina di “Italia Nostra”), di altri gruppi di volontari (Associazione "Liska", "Melascasso 4x4 Club") e di singoli cittadini.
    L'evento ha avuto inizio attorno tra mezzogiorno e l'una, quando sono arrivati presso il Centro Ricerca Delfini, nel Centro di Educazione Ambientale di Stagnali, punto di ritrovo per i partecipanti, i giovani del Movimento Studentesco Maddalenino, seguiti dal Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale e dal Corpo Forestale dello Stato, che hanno sempre fornito un prezioso supporto ai numerosi volontari nell'arco dell'intera giornata ed hanno svolto in prima persona alcune attività.

    Davvero straordinaria la partecipazione - e l'organizzazione per l'occasione - del Movimento Studentesco Maddalenino, che ha da sempre sostenuto attivamente l'iniziativa insieme al CTS, con oltre quaranta studenti che hanno dedicato alcune ore alla pulizia dell'area di Stagnali e, proseguendo lungo la strada principale, dei bordi strada e delle pinete, fino alla lecceta in prossimità della piccola area parcheggio in direzione Poggio Rasu.
    I volontari di altre associazioni presenti si sono occupati di ripulire dai rifiuti depositati sugli arenili dalle correnti la spiaggia dei Due Mari e l'area di Porto Palma, oltre che Cala d'Alga a Spargi: un dispiegamento di mezzi e risorse umane che ha superato le oltre cento unità, con la partecipazione di un gruppo di persone, provenienti da Porto Torres, che lavorano per il Parco Nazionale dell'Asinara.

    Da non dimenticare anche il contributo del Comune di La Maddalena, che nei prossimi giorni si occuperà del ritiro e del successivlo smaltimento dei materiali raccolti durante, grazie alla decisione dell'amministrazione comunale di aderire alla manifestazione; la quantità di rifiuti raccolta alla fine della giornata è stata stimata in oltre quindici metri cubi, con una incredibile componente di plastica: taniche, tubi, bottiglie e altri contenitori di vario genere.
    Le giornate di raccolta dei rifiuti proposte da Surfrider Foundation Europe rappresentano per il Parco un momento di educazione ambientale "sul campo", che ha come scopo la sensibilizzazione del grande pubblico ed in particolare dei giovani, sull’impatto delle attività umane sull’ambiente, sui gesti da adottare per ridurre tale impatto e su temi affini. Il Presidente del Parco Giuseppe Bonanno ha voluto ricordare: "Questo è il ruolo del Parco: contribuire a modificare i comportamenti e innescare virtuosismi; infatti anche se in realtà la rimozione dei rifiuti dalle spiagge non è una competenza riconducibile al Parco, l’educazione ambientale e la sensibilizzazione sulle tematiche direttamente collegate costituiscono invece politiche attive che il Parco deve perseguire, poiché finalizzate a mitigare l’impatto turistico - e non solo - sull’Arcipelago".
    Visto il successo dell'iniziativa, l'Ente Parco organizzerà un'altra operazione di pulizia per la fine di maggio, in concomitanza con la giornata "Natura Aperta", voluta dal Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo in tutte le aree protette per concentrare in un'unica giornata "tutte le attività volte a riavvicinare i cittadini al patrimonio naturalistico del loro territorio con attività di sensibilizzazione, visite guidate ed altre iniziative" e ricordare l'importante ruolo dei parchi nell'anno internazionale della biodiversità.

    Data: 
    21.03.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.