• banner

    Ricerca e vigilanza: in corso le attività dell’Ufficio ambiente


    A partire dal mese di maggio sono iniziate le attività di monitoraggio da parte del personale dell’Ufficio ambiente dell’Ente Parco. Le operazioni condotte sia a terra sia a mare, hanno come obiettivo quello di individuare le principali criticità legate alla crescente presenza di visitatori e bagnanti. Quelle più diffuse sino ad ora registrate sono: abbandono di rifiuti in spiaggia, mancato rispetto delle distanze dalla costa da parte dei diportisti, cime a terra, scarso rispetto dei limiti di velocità, ancoraggi sulla posidonia.

    Tutti fattori, questi ultimi, che creano un rischio per gli habitat naturali e che spesso derivano da comportamenti scriteriati e dalla scarsa attenzione di chi visita le acque dell’Arcipelago. L’Ente Parco, al fine di limitare l’impatto derivante da queste cattive pratiche, ha avviato due tipi di azioni: la prima di informazione attraverso il servizio di vigilanza a mare che ha tra i suoi compiti quello di informare i visitatori sui divieti in vigore all’interno dell’area del Parco segnalando le eventuali infrazioni alle autorità competenti. La seconda invece, di monitoraggio sulla qualità ambientale. Anche quest’anno il Parco, grazie alle attività del proprio personale e attraverso l’affidamento di appositi incarichi, si occupa di effettuare analisi e controlli utili a raccogliere dati sullo stato di salute dell’Arcipelago. I risultati verranno, quando possibile, diffusi in tempo reale e, più avanti, confrontati con quelli riguardanti le passate stagioni in maniera tale da poter verificare lo stato di conservazione del patrimonio naturale del territorio.

    Data: 
    19.07.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 7 visitatori collegati.