• banner

    Disastro sfiorato al largo della Maddalena


    L' ufficiale al timone di un cargo si addormenta e per un soffio e' stato evitato un disastro ecologico nell' arcipelago della Maddalena, in Sardegna. L' allarme lanciato dalla stazione radio della Guardia Costiera della Maddalena e' stato provvidenziale e ha consentito al comandante di eseguire un vero e proprio "testa-coda" a soli 500 metri dala piccola isola di Razzoli, evitando cosi' lo schianto.

    E' successo alle 18:39 di ieri quando la nave da carico "Rhodanus" lunga 89 metri con 2.600 tonnellate di grano, proveniente da Arles, in Francia, e diretta a Torre Annunziata, e' finito fuori rotta puntando verso l' isola. Gli addetti della stazione radio, grazie al sistema di monitoraggio Vts (Vessel Traffic Service) si sono subito accorti di quanto stava avvenendo ed hanno segnalato il pericolo al cargo. Il Comando generale delle Capitanerie di Porto ha spiegato che la nave procedeva a forte velocita', circa dieci nodi, contro le isolette di Razzoli e Budelli, due dei gioielli naturalistici dell' arcipelago sardo. I primi tentativi della Guardia costiera della Maddalena di mettersi in contatto con il cargo non hanno avuto successo. Solo poco prima dell'impatto, dalla nave si sono finalmente accorti delle chiamate di allarme: il comandante, a soli 500 metri da Razzoli, ha compiuto una 'accostata' di 200 gradi, in pratica una vera e propria inversione di rotta.

    Riguardo ai motivi che avevano portato la nave fuori rotta la risposta fornita alla Guardia costiera e' stata disarmante: l'ufficiale di guardia al timone si era addormentato. Dal comando generale delle Capitanerie di porto e' stato sottolineato che l'inevitabile sversamento del materiale imbarcato e di idrocarburi avrebbe causato non solo un rilevantissimo danno ambientale: l'impatto contro l'isola a quella velocita' avrebbe avuto anche gravi conseguenze per l'equipaggio del cargo, in una situazione meteo-marina (mare forza 8, con onde alte fino a quattro metri, 42 nodi di vento) che certo non avrebbero favorito i soccorsi. Proprio le avverse condizioni del mare, peraltro, avevano impedito ad un rimorchiatore fatto salpare dalle autorita' francesi - che stavano monitorando il cargo - di raggiungerlo. La nave ha proseguito verso il porto di Torre Annunziata, dove l' arrivo e' previsto domani alle 8. Dopo l' attracco il cargo sara' sottoposto ad una 'visita ispettiva' da parte delle Capitanerie di Porto.



    Fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=138159

    Data: 
    21.02.2010

    Newsletter del Parco

    Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti sulle attività del Parco

    Linea Amica

    banner_linea-amica.jpg

    Utenti on-line

    Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.