Comunicati

 30-giu-20
Al via le attività Estive di Educazione Ambientale del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena

L’Ente Parco a partire dal 30 giugno e fino al 30 settembre 2020 presso il proprio Centro di Educazione Ambientale del Parco (Stagnali – Isola di Caprera) avvia le attività di Educazione ambientale attraverso l’apertura di un punto informativo facente parte della “Rete regionale per la conservazione della fauna marina (tartarughe e cetacei)”

Nel punto informativo, esclusivamente su prenotazione, sarà possibile vedere filmati, una mostra fotografica e illustrazioni riguardanti tartarughe marine e cetacei con l’accompagnamento di ricercatori ed educatori specializzati dell’Associazione SeaMe Sardinia Onlus che gestisce il servizio per conto del Parco.

La durata delle attività proposte è di 50 minuti circa e nel locale possono essere accolte, a titolo gratuito, non più di 15 persone per volta.

All’ingresso – nel giorno prenotato - sarà richiesta la compilazione di un modulo per le informazioni relative alle prescrizioni anti Covid_19 e verrà misurata la temperatura corporea. Sarà possibile accedere solo se muniti di mascherine protettive correttamente indossate e in assenza di febbre (+37,5°).

Il Punto informativo è aperto il martedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

Vi ricordiamo che è possibile accedere ai servizi solo su prenotazione, telefonando ai numeri 371.4389134 e 349.4712348.

La collaborazione posta in essere dal Parco con l’Associazione SeaMe Sardinia Onlus comprende anche il servizio di recupero di tartarughe marine in difficoltà come quelle accidentalmente ferite dalle eliche delle imbarcazioni. La Onlus è incaricata dall’Ente Parco di avviare le procedure per le cure del caso, con eventuale trasporto degli animali presso uno dei centri di recupero facenti parte della Rete regionale: CRES dell’Area Marina Protetta del Sinis - isola di Mal di Ventre, CRAMA di AMP – isola dell’Asinara e Centro Recupero Laguna di Nora.

Pertanto, qualora avvistiate una tartaruga marina in difficoltà siete invitati a contattare i numeri dell’Associazione SeaMe - 371.4389134 e 349.4712348 - per avviarne il percorso di recupero e consentire al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena di offrire una speranza di vita a questi splendidi esemplari marini

 
 

Altri comunicati correlati

01-set-20

I Gabbiani corsi dell'Arcipelago di La Maddalena

Quest’anno i  gabbiani corsi dell’Arcipelago di La Maddalena, provenienti dai siti di svernamento, si sono ....
Condividi:
19-ago-20

L’aquila è “Qui”!

Si chiama Inoche, che in lingua sarda significa “Qui”, la giovane Aquila del Bonelli che da qualche mese volteggia ....
Condividi:
07-ago-20

On Line il nuovo Portale del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena

Nell’ottica di migliorare i propri servizi comunicativi, il Parco, dopo intensi mesi di lavoro di redazione dei contenuti, ....
Condividi:
28-lug-20

Spiaggia del Cavaliere: una chiusura necessaria

Porta la data del 27 luglio l'ordinanza con cui il Parco Nazionale di La Maddalena stabilisce il divieto di accesso -per ....
Condividi:

14-lug-20

Tranciato il cavo di Cala Coticcio: il personale del Parco interviene tempestivamente per riparare il danno

Nella serata del 12 luglio i vandali del mare sono entrati in azione a Cala Coticcio nell'isola di Caprera. Il cavo ....
Condividi:
03-lug-20

Contributi agli studenti per la ricerca sulle specie aliene

Le specie aliene invasive – IAS – costituiscono una delle principali minacce alla biodiversità degli ambienti ....
Condividi: