Archivio notizie

 05-set-21
La rete dei sentieri del Parco si rifà il look
La rete dei sentieri del Parco si rifà il look

L’impegno del Consiglio Direttivo non poteva trascurare la rete sentieristica del Parco di La Maddalena, altro fiore all’occhiello del nostro territorio che attira moltissimi visitatori ogni anno e alla cui valorizzazione l’Ente ha già destinato investimenti sostanziosi.

Proseguendo su questa strada, l’organo di indirizzo politico - a seguito del Protocollo di Intesa siglato tra il Ministero per la Transizione Ecologica e il Club Alpino Italiano (CAI) – ha approvato l’accordo con il CAI stesso per migliorare la rete escursionistica del Parco Nazionale e aggiornare la Cartografia della nostra sentieristica.

E’ inoltre stato approvato il progetto “Sentiero dei Parchi”, voluto dal Ministero per la Transizione Ecologica per la creazione di un sentiero escursionistico che unisca i 24 Parchi Nazionali d’Italia.

La creazione del percorso “Sentieri dei Parchi” rappresenta un ambizioso obiettivo, previsto nel Protocollo d’intesa sottoscritto tra MATMM/ il Club Alpino Italiano (CAI) e Federparchi, che consente di valorizzare la rete dei sentieri che insistono sui territori dei Parchi nazionali per realizzare un percorso sostenibile; favorire la frequentazione consapevole e sostenibile dell’ambiente delle aree protette; incentivare forme di turismo ed escursionismo sostenibili, valorizzando i territori dei Parchi; effettuare una preliminare mappatura della rete sentieristica, finalizzata ad una successiva programmazione pluriennale degli interventi di ripristino.

Anche questi interventi si collocano nell’ambito dei progetti per i quali il Consiglio Direttivo del Parco sta spendendo energie e risorse economiche significative, nella convinzione che il territorio dell’Arcipelago di La Maddalena abbia molto da offrire non solo per le proprie bellezze “marine”, ma anche per le peculiarità terrestri, tutte da scoprire in modo “lento e attento” attraverso una rete sentieristica sempre più qualificata e attrattiva per i numerosi amanti dell’escursionismo, ma anche per tutti quei residenti e visitatori del Parco che amano viverlo in modo responsabile e sostenibile.

 
 
 

Altre notizie correlate