Archivio notizie

 16-apr-21
Uso del suolo ad altissima risoluzione per le zone costiere
Uso del suolo ad altissima risoluzione per le zone costiere

Copernicus Land Monitoring Service: mappatura hotspot copertura e uso del suolo ad altissima risoluzione per le zone costiere europee.

L'Agenzia Europea dell'Ambiente (EEA) ha recentemente annunciato la pubblicazione dei dati aggiornati sulle zone costiere in Europa per gli anni di riferimento 2012 e 2018 e la relativa mappa dei cambiamenti. I dati pubblicati coprono le aree costiere di tutta Europa (32 Stati Membri dell'EEA) per un totale di 730.000 km². Il nuovo Coastal Zone hotspot thematic product include i layer relativi al LC/LU status (Land cover / Land use status) per gli anni 2012 e 2018, e il layer LC/LU change per gli anni 2012 - 2018.

Il nuovo prodotto sarà costituito da set di dati sulla copertura del suolo / utilizzo del suolo ad altissima risoluzione, che si estenderanno entro una zona a 10 km dalla costa in tutto il territorio europeo (33 paesi membri SEE e 6 paesi cooperanti). L'area totale da mappare coprirà circa 730.000 kmq e sarà costituita dalla mappa di stato LC / LU per l'anno 2012, dalla mappa di modifica LC / LU dall'anno 2012 al 2018 e dalla mappa di stato LC / LU per il anno 2018.

Consulta i dati

Interessante è l'analisi dei dati pubblicati relativi all'area del Parco; Infatti, come visibile nella mappa di sotto riportata, l'area dell'Arcipelago risulta esente da cambiamenti significativi dell'uso del suolo per gli anni di riferimento 2012 - 2018.

Questo importante risultato conferma le azioni positive e le politiche di conservazione adottate in questi anni dal Parco nazionale.

 
 
 

Altre notizie correlate